OMEOPATIA

icona-omeopatiaL’OMEOPATIA E’ UNA MEDICINA CHE STIMOLA LE CAPACITA’ DI REAZIONE DELL’ORGANISMO ALLE MALATTIE, SIA FISICHE CHE PSICOLOGICHE.

E’ una medicina adatta per adulti e bambini, adatta a curare e guarire da patologie acute e croniche come allergie, cefalee, disturbi respiratori, stati ansiosi, malattie della pelle, disturbi mestruali, della menopausa, ecc.

E’ utile nei bambini sia per malattie specifiche sia per aiutarli a crescere meglio assumendo meno farmaci, accompagna i ragazzi nell’adolescenza aiutandoli nei loro cambiamenti biologici ed emotivi. Numerose sono inoltre le possibilità omeopatiche nei disturbi della terza età.

Nelle patologie acute i risultati possono essere rapidissimi, nelle malattie croniche la durata della cura dipende da quanto tempo è presente la malattia, dalla sua gravità e dal livello di intossicazione del malato.

 

 

Dott.

MATTEO BALDINI

OMEOPATA

Medico Chirurgo

Specializzato in Malattie Infettive e Tropicali

Riceve il MARTEDÌ MATTINA

 ………………………………………………………………………………………

OMEOPATIA e APPLICAZIONE IN CAMPO :CIRCOLATORIO, ARTICOLARE ed ESTETICO

Dott.ssa

FRANCA GIANGERI

Medico Chirurgo

Pagina Facebook

Riceve il LUNEDI POMERIGGIO

 

CAMPO CIRCOLATORIO-VENOSO

Per quanto riguarda le insufficienze venose con o senza varici, si ottiene una regressione delle stesse variabile a seconda della gravità e un miglioramento sensibile sia dell’aspetto della gamba che del benessere della stessa.

PROBLEMATICHE DOLOROSE OSTEOARTICOLARI

Si interviene nelle varie forme di artrosi sia del rachide che delle piccole articolazioni e anche in fenomeni di tipo artritico.

Si possono trattare nello stesso modo forme infiammatorie come borsiti o tendiniti.

CAMPO ESTETICO

Di seguito i campi di applicazione: rughe, smagliature, cellulite, cicatrici e cheloidi.

Per quanto riguarda i capillari si effettuano trattamenti con scleroterapia dopo una prima valutazione: nel caso in cui sia presente un’insufficienza venosa generale, viene trattato prima il problema di base con il laser (come riportato sopra) e successivamente i capillari con le sclerosanti.

_____ . _____

“L’uomo è collegato in tutte le sue parti, e nelle sue funzioni, fisiche, psichiche e mentali, e ogni parte interagisce con le altre. Oggi finalmente viene considerata anche nella medicina tradizionale la PNEI (psico-neuro-endocrino immonulogia). Si tratta di considerare la psiche come causa “attivante” di processi patologici, a volte acuti, ma prevalentemente cronici e molto frequentemente autoimmuni. La patologia si sviluppa in modo psicosomatico, secondo la predisposizione individuale genetica colpendo la funzionalità dell’organo interessato: per esempio l’ulcera da stress, quando non riusciamo a “digerire” dei problemi prolungati nel tempo. Se queste situazioni proseguono troppo a lungo si può andare in contro anche a patologie autoimmuni. Nell’ambito della medicina non convenzionale si può intervenire agevolmente non per guarire ma per migliorare sensibilmente la propria patologia. Oltre all’intervento terapeutico per via generale, che affronta sia  l’aspetto psicologico-traumatico che quello fisico, si può intervenire anche localmente sulle problematiche fisiche quando siano ormai cronicizzate, con l’uso di uno strumento tipo laser che permette di usare prodotti omotossicologici  e permette di agire provocando una regressione della patologia. Le patologie organiche e funzionali si trattano con terapie omotossicologiche, fitoterapiche e con brevi terapie di equilibrio emozionale al fine di sbloccare l’evento traumatico che ha innescato il problema.”

_____ . _____