OCT e CAMPO VISIVO

campo-visivoOCT-romano-medica-768x346

TOMOGRAFIA OTTICA COMPUTERIZZATA (OCT)

campo-visivo-computerizzato

CAMPO VISIVO COMPUTERIZZATO

Lo studio del campo visivo è un esame importante sia in ambito oculistico, per esempio per la diagnosi del glaucoma e per monitorarne la progressione, sia in ambito neurologico, per rilevare eventuali danni alle vie ottiche (tra cui il nervo ottico) e alla corteccia visiva causati da patologie neurologiche o ischemiche, traumi e tumori. In particolare, una riduzione del campo visivo, anche senza altri sintomi, potrebbe essere il segnale della presenza di una massa neoplastica che preme sulle strutture circostanti, tra cui le vie ottiche, compromettendone l’attività.

Il test del campo visivo permette di rappresentare graficamente su una griglia la porzione di spazio che una persona riesce a vedere con lo sguardo dritto in avanti. Inoltre consente di quantificare quanta sensibilità ha eventualmente perso la retina del paziente, evidenziando gli eventuali difetti di area campimetrica che possono dipendere da lesioni della corteccia cerebrale o da danni o compressioni delle vie ottiche.