IL PIEDE DIABETICO

Il piede diabetico è una delle principali conseguenze di un diabete non controllato e quindi di una iperglicemia cronica trascurata.

 

Per prevenire il piede diabetico è fondamentale

un buon controllo della glicemia ed un’educazione sull’igiene del piede:

 

  • Esaminare i piedi ogni giorno in particolare tra le dita: bisogna dedicare molta attenzione ai piedi ed eventuali alterazioni non vanno trascurate. Se si ha qualche dubbio rivolgersi subito al Medico Diabetologo o al Podologo.

  • L’igiene è fondamentale: bisogna lavare i piedi tutti i giorni con acqua tiepida e detergenti delicati quindi asciugare molto bene, in particolare in mezzo alle dita; non deve rimanere umidità per evitare così che si provochino lesioni o si instauri una micosi (fungo).

 

  • Tagliare le unghie sempre diritte e limarle con una lima delicata: le unghie incarnite possono essere molto dolorose e se non curate possono portare lesioni anche molto gravi. Se non si è in grado di farlo da soli rivolgersi al Podologo per taglio e cura corretti.

 

  • Callosità: se sono presenti delle ipercheratosi (callosità) della pianta e/o delle dita, è bene rivolgersi al Podologo per il loro trattamento e cura (eventuali ortesi plantari – ortesi in silicone)

  • Idratare il piede: applicare tutti i giorni dopo il lavaggio, una crema idratante su tutto il piede tranne che nel mezzo delle dita. Utilizzare creme specifiche per piede diabetico.

 

  • Indossare ogni giorno calze pulite: evitare calze rammendate o con cuciture che possono dare frizione sul piede e creare lesioni.

 

  • Scarpe: comprare le scarpe sempre di pomeriggio perché in quelle ore di solito il piede è più gonfio; provarle tutte e due e sempre da in piedi; on devono essere presenti cuciture che provochino conflitto col piede e stare attenti alla lunghezza e larghezza della tomaia. Il piede deve stare comodo, non comprere le scarpe pensando “poi ci farò la forma”, perché in questo modo si rischiano lesioi ulcerative anche gravi che possono portare all’amputazione.

 

  • Non portare mai le scarpe senza calze e non camminare mai a piedi nudi.

 

  • Non utilizzare mai borse dell’acqua calda o scaldini elettrici (o altre fonti di calore) : la sensibilità dei piedi potrebbe essere ridotta e quindi si potrebbero creare delle lesioni senza accorgersi di nulla. Per il freddo usare calze di lana senza cuciture.

  • Fare movimento: per mantenere la glicemia controllata e per stimolare la circolazione, è bene fare esercizio fisico, sempre con le calzature idonee. Muovere spesso le dita dei piedi è utile per stimolare la circolazione.

 

  • Rivolgersi al Medico e/o Podologo per ogni dubbio e se in presenza di formicolio, crampi alle gambe, alterazioni della sensibilità piccole lesioni o abrasioni.

 

Se non curato il piedie diabetico può portare a conseguenze molto gravi per il paziente. pianificare un programma di prevenzione e cura volto a minimizzare il rischio di calli, lesioni, ulcere, infezioni è fondamentale per la salute e qualità di vita dei pazienti diabetici.

 

Dott.ssa Debora D’Amico

Podologo